Friday, January 12, 2007

Schegge di realtà

Nel continuare ad inserire in questo mio blog eventi strani, ipse dixit, titoli di libri e film che sommamente raccomando, mi sono reso conto che a questo paginetta manca proprio ciò che invece dovrebbe conchiudere al suo interno, ovvero un poco di quella realtà che serve ad annoiare a morte i lettori.
Ed eccovi serviti.
Oggi mi sono alzato, all'alba delle 14.07, dopo essere stato svegliato da un gatto che aveva scambiato i miei polpastrelli per un gioco simpatico, decidendo quindi di infilarci gli artigli, tanto per vedere l'effetto che fa.
Di buon umore, e dopo aver punito il malfattore, mi sono diretto al mio piatto di pasta, poi ho consumato un paio di porzioni di mozzarella di bufala, e un numero imprecisato di fette biscottate con marmellata di fragole.
A pancia piena, ho imbracciato la fida gazzetta, reggendo nella destra caffè e sigarette, e ho occupato in stile squatter il bagno di casa. Sorvolerei sui dettagli riguardanti le mie deiezioni.
Dopo aver salutato amichevolmente il mio dolce fratello (tranquilli non ho lasciato lividi visibili), mi sono esibito in una lotta all'ultimo sangue con i miei tre cuccioli, insegnado loro un paio di mosse che non conoscevano.
La successiva fascia è stata occupata dalla visione del film "la sposa cadavere", carino, allegro, in tinta col mio umore.
Poi ho scritto un paio di cazzate sul blog, sono andato in palestra ed a nuotare.

Dopo aver consumato una frugale cena a base di pesce, insalata, crema fatta in casa ed un panino col salame (goloso), un salto all'Highlander condito da birrette multiple, atti di tabagismo e analisi antropologica e fenomenologica della distribuzione della donna sul territorio, sono andato a nanna.

Teneramente vostro,
The King

2 comments:

eltorodeoro said...

E'piacevole questo blog, poco frequentato,poca gente, poca pubblicità, è come andare in un locale silenzioso a leggere in santa pace.
Un antico proverbio cinese che mi ha fatto conoscere la mia amica ormai trasferitasi in cina recita più o meno così:"il blog è come la testa di chi lo scrive pacifico e silenzioso con la testa vuota".

Re_Fuso said...

Chino il capo di fronte a tanta saggezza :)