Wednesday, December 06, 2006

La perla, ovvero la nozione inutile.

Il numero diciassette:
Diciassette viene tradizionalmente considerato un numero sfortunato perché un anagramma del suo numero romano, "XVII", è "VIXI", che significa "ho vissuto", cioè "io sono morto", e anche perché, secondo la Bibbia, proprio di diciassette sarebbe iniziato il diluvio universale. Si dice che porti sfortuna soprattutto il venerdì 17, perché secondo la Bibbia, di venerdì sarebbe morto Gesù.


Il numero tredici:
In numerologia secondo taluni porta bene (come fare 13 al Totocalcio), secondo altri porta male (come essere in 13 a tavola e dover mettere un piatto spaiato oltre al servizio da 12) tanto che si dice che il primo ad alzarsi sarà il primo a morire. Questa credenza deriva dall'episodio evangelico dell'ultima cena. La paura del numero 13 è detta triskaidekafobia. Il numero 13 è associato alla caduta dell'ordine dei Templari visto che il loro arresto di gruppo e la confisca dei loro beni, venne eseguita il venerdì 13 ottobre 1307.



Scary,
The King

1 comment:

Madame said...

In Cina: il numero 8 e il 3 sono dei bei numeri ma non ti so spiegare il perchè. Io vivo al 18simo piano, nell'appartamento n.3. Quindi va bene. Il 4 porta sfiga, perchè si pronuncia "sè", che in cinese significa anche "morte". Per questa ragione in molti palazzi il 4 piano non esiste. O meglio, esiste, ma è chiamato quinto piano. Se ci fosse Murakami sono sicura che saprebbe sfruttare molto bene questa superstizione per costruirci un romanzo sopra. Magari ti ci puoi cimentare anche tu...